Aikido-Yamaguma Dojo Pavullo

Yamaguma Dojo Pavullo

Aikido

lotta
 

L’Aikido è un’arte marziale non violenta e non competitiva in cui si impara ad uscire da qualsiasi presa e ad evitare qualsiasi attacco preservando non solo la propria incolumità, ma anche quella dell’avversario.

Questo significa che lo scopo dell'Aikido non è distruggere l’avversario, ma renderlo inoffensivo senza procurargli un danno permanente oppure, nella sua manifestazione più elevata e spirituale, fare cessare nell'avversario l'intenzione di attaccarci o di causarci danni.

In Aikido non si ha mai un contrasto (dove ovviamente vince il più forte o il più veloce), ma ci si armonizza con la direzione e l’energia dell’attaccante mandandola a vuoto o deviandola per far perdere l’equilibrio a chi ci affronta.

In Aikido non infliggiamo colpi all’avversario (pugni o calci), ma lo immobilizziamo con leve articolari o lo proiettiamo facendolo cadere a terra. Per questo motivo e per volere espresso del Fondatore, nell’Aikido non esiste la competizione, non ci sono gare o incontri. Ogni praticante fa il suo percorso con i suoi modi ed i suoi tempi acquisendo sempre più esperienza che dimostrerà durante i vari esami di cintura che dovrà affrontare.
Il praticante di Aikido, quindi, non deve dimostrare agli altri di essere più forte, deve invece dimostrare a se stesso che sta mettendo a frutto gli insegnamenti e sta progredendo nel cammino di apprendimento.

Per queste ragioni l’Aikido è adatto a qualsiasi età (ci sono diversi bambini e ultracinquantenni che lo praticano con ottimi risultati), ad entrambi i sessi ed a qualsiasi tipo di costituzione fisica.

Le lezioni si svolgono sempre in un clima sereno di collaborazione dove nessuno si fa male e dove i più esperti aiutano i principianti consapevoli del fatto che anche loro erano così quando hanno iniziato.

gall5
 

            “La vera Vittoria è la Vittoria sul Sé.”
    O’Sensei Morihei Ueshiba (Fondatore dell’Aikido)